Ciao Leo…

Una Pasqua davvero triste e dolorosa.

I padroni di Leo ci hanno informati che l’osteosarcoma che lo aveva costretto all’amputazione parziale della zampa anteriore destra si è ripresentato aggressivo ed inguaribile.

Si è quindi deciso di effettuare l’eutanasia per evitare a Leo inutili ed ulteriori sofferenze.

Abbiamo appreso la notizia proprio ieri e siamo rimasti a dir poco spiazzati perchè Leo stava per iniziare la fase riabilitativa con la sua nuova protesi.

Abbiamo visto Leo in diverse occasioni e ci siamo tutti molto affezionati a lui.

La sua perdita ci addolora.

Ma l’esperienza che abbiamo fatto con Leo ci è stata di grande insegnamento: Leo è stato fin’ora il caso più difficile ed appassionante. Durante questa Pasqua Leo ci abbandona ma risorge in tutto ciò che ci ha insegnato e che metteremo sicuramente a frutto con altri animali.

Quindi è doveroso per noi salutare e ringraziare questa creatura speciale che, con docilità, dolcezza, pazienza e tanto spirito collaborativo, ci ha permesso di conoscerlo e comprenderlo.

Con un breve video vogliamo testimoniare che, in barba alla malattia ed alle mille difficoltà, il grande Leo è comunque riuscito a fare qualche passo da solo.

Leo è comunque un vincitore.

Manifestiamo la nostra vicinanza ad Anna e Franco, gli instancabili padroni di Leo che, con sacrificio e determinazione, si sono sempre prodigati a favore del suo benessere: malgrado l’incomprensibile cattiva sorte di una patologia così grave, Leo ha avuto la grande fortuna di essere stato accudito ed amato moltissimo. Una fortuna che tantissimi animali non avranno mai.

 

Da parte di tutti noi di Progetto HOPE: ciao e grazie, Leo.

E’ stata per noi una bellissima e memorabile esperienza.

 

Con sincero affetto,

Alessandra Milizia

Dott.Sergio Pozzo

Dott.Aurelio Lorenzon

Sig.ra Teresa Lorenzon

Dott.Marco Lorenzon

Assistente protesista Giulia

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi